Io son Calimero - sigla originale di Marco Pavone

1

Voto 5.00 su 5

giudizio di 2 votanti (esprimi il tuo voto su questa pagina)

La prima sigla di Calimero è stata cantata da Marco Pavone nel lontano 1988, in pratica è la sigla vecchia di Calimero usata per le prime puntate andate in onda su Raiuno.

La sigla originale di Calimero è stata scritta da Marcello Marrocchi, il brano nella sua semplicità è piacevole ed è impostato come un dialogo tra Marco Pavone e Calimero che ha la voce di Ignazio Colnaghi, a colmare il tutto c'è un bel coro di giovani voci di bambini.

Io son Calimero è un brano totalmente diverso dalla nuova e arcinota Calimero Dance, ma di certo con quel pizzico di nostalgia che la contraddistingue è molto molto bella, ed è sicuramente capace di toccare le corde del nostro cuore e creare piacevoli emozioni.

Io son Calimero sigla testo

Marco: Tu mi ricordi uno scugnizzo solo in mezzo a un prato
che si sgolava ogni mattina a perdifiato
piccolo anch'io quasi come te
cantavo sempre e mi sentivo un Re.
(Calimero: eh sì lo so lo so)

Calimero: lo so lo so perché a cantare ci ho provato
Marco: E come è andata mai?
Calimero: Che tutti quanti mi hanno detto sei stonato
Marco: è invidia e tu lo sai
(Calimero: si lo so lo so)

Calimero: Ma io l'ho fatto solamente per Priscilla
Marco: Priscilla ma chi è?
Calimero: è la pulcina dei miei sogni... è tanto bella!
Marco: Ma parlami di te

Calimero: Io son Calimero
Coro: è piccolino è carino è tutto nero
Marco: Quell'uovo in testa ti dà qualcosa in più
ma che fortuna ce l'hai soltanto tu.

Andiamo sottobraccio per le vie della città
oppure dimmi tu dove si va
in discoteca o al cinema se vuoi
(Calimero: al cinema)
o al luna park con gli amici tuoi
(Calimero: che bello il luna park)

Calimero: Stasera io mi voglio proprio divertire
Marco: E io faccio come te
Calimero: non c'è Papero Piero ha i compiti da fare
Marco: Che c'entra lui con te?
Calimero: Lui fa la corte alla mia bella ma è sicuro
Marco: sicuro dimmi che
Calimero: Se non la smette prima o poi lo faccio nero
Marco: Ma sarebbe uguale a te

Calimero: No! Io son Calimero
coro: è piccolino è carino è tutto nero
Marco: Non t'arrabbiare, non è successo mai
che chi si arrabbia risolve i propri guai.

Calimero: Io son Calimero
ma che m'importa se c'è Papero Piero
Marco: Ora ragioni, perché hai capito che
è un po' civetta ma vuole bene a te.
(Calimero: Davvero?)

Per questo canta, canta insieme a me.
Non sono i soldi a fare un uomo
(Calimero: Un uomo?)
Un pulcino? (Calimero: Ah!) come te
Calimero: Io son Calimero coro: Ha l'uovo in testa è carino è tutto nero
Calimero: Io son Calimero
ma se mi arrabbio non prendermi sul serio (Marco: lo so lo so)

Calimero: Io son Calimero
coro: è piccolino è carino è tutto nero
Calimero: Io son Calimero
coro: è piccolino è carino è tutto nero
Marco: Lui è Calimero.
  • Immagine 0 - Io son Calimero - sigla originale di Marco Pavone
  • Immagine 1 - Io son Calimero - sigla originale di Marco Pavone

Trinità

Trinità

i fagioli comunque erano uno schifo!

Questo autore ha scritto 305 post »

Diventa nostro Fan su Facebook: clicca Mi Piace

Lascia il tuo commento

0 commenti