Seiya di Pegasus vs Cassius

0

Voto 5.00 su 5

giudizio di 1 votanti (esprimi il tuo voto su questa pagina)

Grecia, nell'arena del Santuario sta per disputarsi un cruento combattimento, Pegasus vs Cassius, il piccolo Seiya allievo prediletto di Castalia (cavaliere d'argento dell'acquila) ed il grosso Cassius allievo di Tisifone (cavaliere d'argento dell'Ofiuco).

Gli spalti dell'arena sono gremiti, ed è lo stesso Grande Sacerdote ad annunciare lo scontro, l'importanza del duello è dettata dal fatto che il vincitore sarà decretato Cavaliere dello Zodiaco e riceverà in dono la sacra armatura di Pegasus.

Il Grande Sacerdote enuncia che Pegasus e Cassius sono gli unici due tra i mille contendenti ad aver superato la prova di combattere e sconfiggere i 9 giganti di Ebdera, ed adesso hanno diritto a battersi per contendersi l'armatura di Pegasus. Il favorito è Cassios, non solo per la sua enorme mole e forza fisica, ma anche perchè è greco e la stragrande maggioranza dei presenti tifa per il compatriota.

Il Grande Sacerdote non fà in tempo a dare il via al combattimento tra Pegasus e Cassius, che il grosso allievo di Tisifone coglie di sorpresa Seiya colpendolo con un potente manrovescio sbattendolo violentemente a terra, subito dopo cerca di schiacciarlo col piede a terra, Seiya fà appena in tempo a spostarsi rotolando di fianco, ed ancora intontito viene afferrato e sollevato in aria con una sola mano dal possente Cassius, questo lo insulta "piccolo mocciosetto impertinente l'armatura di Pegasus non sarà mai tua ma di Cassios che è il più forte". Tisifone incita il suo grosso allievo a finirlo, e Cassios stringe ancor di più la presa per stritolarlo, mentre si prepara con l'altra mano a dare un colpo di taglio per strappargli l'orecchio, ma ecco che Seiya che sembrava in balia del colosso reagisce ed è invece lui a staccare l'orecchio di Cassius, il quale comincia a perdere sangue copiosamente e a chiedersi come ha fatto.

Cassios si rende conto della forza di Pegasus e lo aggredisce caricando come un toro, ma Seiya con un balzo lo evita e lo colpisce con un calcio volante in pieno volto atterrandolo violentemente a terra. Cassios si rialza con la forza della rabbia, sà di dover reagire, sta facendo una figuraccia di fronte alla sua maestra e a tutta la platea, ma questa volta è Seiya ad attaccare con una serie ripetuta di pugni al corpo ed al volto facendo cadere Cassius in ginocchio.

Tutta la platea è sorpresa dalla forza dei pugni di Pegasus, solo Tisifone rimane imperturbata e dice che l'armatura non può andare ad uno straniero e che Cassios vincerà. Cassius si rialza ancora una volta, accusando Seiya di non meritare l'armatura in quanto straniero "Questo non succederà mai... l'armatura di Pegasus rimarrà in grecia e sarà mia per sempre... tu sei un abitante di Nuova Luxor non hai diritto di portarti via ciò che è nostro", e mentre pronuncia queste parolo sferra due poderosi pugni dall'alto verso il basso, il primo viene schivato mentre il secondo viene letteralmente bloccato con una sola mano dal piccolo Pegasus; e mentre sono faccia a faccia, questa volta è Pegasus a parlare "Perchè non ti rassegni bestione, avrai pure la forza brutale che ti permette di combattere, ma di una cosa sono sicuro tu non sei un predestinato, non racchiudi dentro di te la forza dell'universo".

Ecco che così per la prima volta ne I Cavalieri dello Zodiaco viene introdotto il concetto di cosmo, in Seiya affiorano i ricordi dell'allenamento con Castalia, quando ancora bambino doveva riuscire a rompere la roccia, Castalia spiega al piccolo che con la sola forza fisica non vi riuscirà mai, e 3 anni che ci prova ma ancora nulla, eppure è semplice, la roccia è fatta di atomi, le stelle e l'universo tutto è composto da atomi, e con la forza che è dentro di sè può avere il controllo della materia, invoca la forza che è dentro di te, invoca il tuo spirito e riuscirai a scindere il legame che tiene uniti gli atomi. I cavalieri dello zodiaco continua Castalia sono in grado di espandere la forza delle stelle della loro costellazione che è dentro di loro, il cosmo, e così sono in grado di dividere gli atomi e compiere imprese impossibili... fai esplodere la forza delle stelle che è dentro di te e diventa invincibile.

Tornando all'arena, al combattimento tra Seiya e Cassius, i due si allontanano e Pegasus comincia a fare strani movimenti con le braccia, Tisifone inizialmente non capisce ma poi comprende che sta disegnando nell'aria le 13 stelle della costellazione di Pegasus e che sta espandendo il proprio Cosmo per attaccare, intuendo il pericolo urla al suo allievo Cassius di fermarsi ma è ormai troppo tardi, il grosso Cassius si scaglia contro Seiya, il quale al grido di "Pegasus la tua forza è con me", scaglia il suo colpo più potente, il poderoso Fulmine di Pegasus, Cassius viene travolto da una miriade di colpi luminescenti blu, letteralmente bombardato in tutto il colpo da una raffica di pugni scagliati alla velocità del suono, il povero Cassius stramazza a terrà in un lago di sangue.

Seiya vince così Cassius, ed è a lui che andra la sacra armatura, diventando così il Cavaliere dello Zodiaco della costellazione di Pegasus.

Seiya di Pegasus vs Cassius

Trinità

Trinità

i fagioli comunque erano uno schifo!

Questo autore ha scritto 306 post »

Diventa nostro Fan su Facebook: clicca Mi Piace

Lascia il tuo commento

0 commenti